Sapere Scienza

Sapere Scienza

BLOG - Spazio e scuola

Il nome del silenzio

6 Aprile 2014

Ricordate la raccolta di baci cinematografici di “Nuovo Cinema Paradiso”, il film di Giuseppe Tornatore che ha fruttato un Oscar? C’è un’altra raccolta simile, forse ancora più poetica: una raccolta di silenzi. Realizzata dal dottor Murke, un fonico della radio, protagonista di uno splendido racconto di Heinrich Böll (per esempio in “Racconti umoristici e satirici” - Tascabili Bompiani XII - Bologna 2010).

 

Il dottor Murke, per rendere più compatte le interviste radio, ne riduceva i silenzi, le pause fra una parola e l’altra, fra una frase e l’altra. Ma non buttava via niente: componeva una compilation di silenzi – ciascuno con un sapore particolare. A volte, ascoltare i silenzi altrui è importante: si rischia di imparare un sacco.

Basterebbe qui, ma voglio segnalare una piccola, divertente competizione.

 

L’Agenzia Spaziale Europea ha un centro (ESTEC, in Olanda) che, oltre a ospitare scienziati, tecnici e compagnia bella, è anche uno dei centri di validazione di numerosi strumenti e satelliti: all’interno di laboratori specializzati, vengono simulate le condizioni disumane alle quali questi artefatti dovranno lavorare una volta che siano in orbita. Tra questi c’è anche uno dei luoghi più silenziosi del mondo, completamente schermato da onde radio e microonde: niente televisione, niente radio, niente cellulari. E, in aggiunta, anche ogni forma di eco interna è stata eliminata. Una specie di paradiso silenzioso, ideale per leggere e per addormentarsi dopo quattro pagine.

 

Ma non serve per la cura del sonno. Serve invece a ingegneri ben svegli, per controllare il corretto funzionamento delle antenne radio già installate sui satelliti, prima del loro lancio.

Questo laboratorio ha 25 anni, è stato completamente rinnovato ed è oggi uno dei più avanzati del mondo. Non vorremo lasciarlo senza nome? L’ESA ha lanciato la competizione: si deve mandare un’email con nome e spiegazione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , specificando COMPETITION nell’oggetto. Si vince un viaggio all’ESTEC, comprensivo di una visita al laboratorio. Nel caso, portatevi un libro e un cuscino, nascondetevi dietro un satellite e… buon silenzio!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.