Sapere Scienza

Sapere Scienza

Eventi

Un evento dai forti connotati multidisciplinari avrà luogo a Todi dal 23 al 30 giugno 2018.

 

Il Todi-week è una residenza interdisciplinare in cui studenti e giovani manager provenienti da tutto il mondo possono confrontarsi e condividere idee con scienziati, artisti, musicisti, leader spirituali, poeti, professionisti della medicina e psicologia, e politici. L’obiettivo dell’evento è di aprire l’orizzonte dei partecipanti verso valori quali l’ecologia, l’etica, la tolleranza, l’introspezione ma anche nella direzione delle nuove frontiere di scienza, letteratura, arte ed economia, per mostrare quanto le diverse esperienze umane possano essere interconnesse. Ci saranno tavole rotonde, incontri e workshop.

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito http://www.cortonafriends.org/todi-week/

 

English version:

 

A strongly multidisciplinary event will take place in Todi, from the 23rd to the 30th of June 2018.

 

The Todi-week is an interdisciplinary residence where graduate students and young managers from all over the world could talk and share ideas with scientists, artists, musicians, spiritual leaders, poets, professionals in medicine and psychology and politicians. The aim is to open up the horizon of the participants to the values of ecology, ethics, tolerance, internal introspection - and to the actual new frontiers of science, literature, art, economy - the full display of human experience, where life becomes a system view of interacting parts. There will be round table discussions, lectures and with experiential workshops.

 

For further information visit the website http://www.cortonafriends.org/todi-week/

In occasione del trentennale di Fondazione Golinelli, il fisico teorico del CERN di Ginevra, Alvaro De Rujula, e il fisico Sergio Bertolucci saranno i protagonisti della conferenza "Tra arte e scienza: la narrazione del Cosmo" che avrà luogo il 25 e il 26 giugno 2018 presso il Centro Arti e Scienze Golinelli, in via Paolo Nanni Costa n° 14, a Bologna.

 

Lo studio dell'Universo con lo sviluppo dell'astrofisica da un parte e le scoperte della ricerca nel campo della fisica delle particelle dall'altra hanno negli anni più recenti attivato un ricongiungimento tra i paradigmi dell'infinitamente grande e dell'infinitamente piccolo, offrendo oggi delle piste di ricerca convergenti, dirigendoci verso una piattaforma di sintesi per una sempre maggiore comprensione dell'universo e delle sue origini. Alvaro De Rujula dialogherà assieme al professore straordinario di Fisica sperimentale del dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, Sergio Bertolucci. Dopo il filosofo francese Pierre Lèvy, De Rujula è il secondo ospite del ciclo di incontri "Astronave Arione", che si inserisce nelle attività promosse dal centro di ricerca e sperimentazione voluto da Fondazione Golinelli, dedicato fin dalla sua ideazione al connubio tra arte, scienza e tecnologia.

 

Come per Lévy, il formati degli incontri, suddivisi in due giorni, prevede un doppio appuntamento: una conferenza pomeridiana aperta al pubblica (ingresso libero, dalle 17:30) e una mattinata di studio rivolta a un gruppo ristretto di ricercatori e dottorandi (su prenotazione, dalle ore 9:00 alle 13:00).

 

"Così come anticamente dal mare, è oggi dallo spazio che possono arrivare novità inaspettate e possono apparire nuovi mondi? - si chiede il presidente di Fondazione Golinelli, Andrea Zanotti - Dopo aver esplorato durante la prima orbita dell'astronave Arione i confini del linguaggio tra uomo e macchina, apprendendo che l'approccio semantico all'intelligenza artificiale potrebbe presto rivoluzionare la capacità di apprendimento degli algoritmi artificiali, oltreché dare la genesi a una prima vera forma di intelligenza umana collettiva, in questa seconda missione esploreremo, tra le altre cose, se nell'universo le dimensioni dell'inaspettato, da una parte, e la conoscenza fisica più consapevole dello spazio cosmico che abitiamo, dall'altra, possono essere oggi sorgenti di nuove narrazioni e di inedite intuizioni artistiche nascenti da suggestioni tecnologiche o da nuove capacità mimetiche".

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale della Fondazione Golinelli www.fondazionegolinelli.it

Un evento dai forti connotati multidisciplinari avrà luogo a Todi dal 23 al 30 giugno 2018.

 

Il Todi-week è una residenza interdisciplinare in cui studenti e giovani manager provenienti da tutto il mondo possono confrontarsi e condividere idee con scienziati, artisti, musicisti, leader spirituali, poeti, professionisti della medicina e psicologia, e politici. L’obiettivo dell’evento è di aprire l’orizzonte dei partecipanti verso valori quali l’ecologia, l’etica, la tolleranza, l’introspezione ma anche nella direzione delle nuove frontiere di scienza, letteratura, arte ed economia, per mostrare quanto le diverse esperienze umane possano essere interconnesse. Ci saranno tavole rotonde, incontri e workshop.

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito http://www.cortonafriends.org/todi-week/

 

English version:

 

A strongly multidisciplinary event will take place in Todi, from the 23rd to the 30th of June 2018.

 

The Todi-week is an interdisciplinary residence where graduate students and young managers from all over the world could talk and share ideas with scientists, artists, musicians, spiritual leaders, poets, professionals in medicine and psychology and politicians. The aim is to open up the horizon of the participants to the values of ecology, ethics, tolerance, internal introspection - and to the actual new frontiers of science, literature, art, economy - the full display of human experience, where life becomes a system view of interacting parts. There will be round table discussions, lectures and with experiential workshops.

 

For further information visit the website http://www.cortonafriends.org/todi-week/

In occasione del trentennale di Fondazione Golinelli, il fisico teorico del CERN di Ginevra, Alvaro De Rujula, e il fisico Sergio Bertolucci saranno i protagonisti della conferenza "Tra arte e scienza: la narrazione del Cosmo" che avrà luogo il 25 e il 26 giugno 2018 presso il Centro Arti e Scienze Golinelli, in via Paolo Nanni Costa n° 14, a Bologna.

 

Lo studio dell'Universo con lo sviluppo dell'astrofisica da un parte e le scoperte della ricerca nel campo della fisica delle particelle dall'altra hanno negli anni più recenti attivato un ricongiungimento tra i paradigmi dell'infinitamente grande e dell'infinitamente piccolo, offrendo oggi delle piste di ricerca convergenti, dirigendoci verso una piattaforma di sintesi per una sempre maggiore comprensione dell'universo e delle sue origini. Alvaro De Rujula dialogherà assieme al professore straordinario di Fisica sperimentale del dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, Sergio Bertolucci. Dopo il filosofo francese Pierre Lèvy, De Rujula è il secondo ospite del ciclo di incontri "Astronave Arione", che si inserisce nelle attività promosse dal centro di ricerca e sperimentazione voluto da Fondazione Golinelli, dedicato fin dalla sua ideazione al connubio tra arte, scienza e tecnologia.

 

Come per Lévy, il formati degli incontri, suddivisi in due giorni, prevede un doppio appuntamento: una conferenza pomeridiana aperta al pubblica (ingresso libero, dalle 17:30) e una mattinata di studio rivolta a un gruppo ristretto di ricercatori e dottorandi (su prenotazione, dalle ore 9:00 alle 13:00).

 

"Così come anticamente dal mare, è oggi dallo spazio che possono arrivare novità inaspettate e possono apparire nuovi mondi? - si chiede il presidente di Fondazione Golinelli, Andrea Zanotti - Dopo aver esplorato durante la prima orbita dell'astronave Arione i confini del linguaggio tra uomo e macchina, apprendendo che l'approccio semantico all'intelligenza artificiale potrebbe presto rivoluzionare la capacità di apprendimento degli algoritmi artificiali, oltreché dare la genesi a una prima vera forma di intelligenza umana collettiva, in questa seconda missione esploreremo, tra le altre cose, se nell'universo le dimensioni dell'inaspettato, da una parte, e la conoscenza fisica più consapevole dello spazio cosmico che abitiamo, dall'altra, possono essere oggi sorgenti di nuove narrazioni e di inedite intuizioni artistiche nascenti da suggestioni tecnologiche o da nuove capacità mimetiche".

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale della Fondazione Golinelli www.fondazionegolinelli.it

Un evento dai forti connotati multidisciplinari avrà luogo a Todi dal 23 al 30 giugno 2018.

 

Il Todi-week è una residenza interdisciplinare in cui studenti e giovani manager provenienti da tutto il mondo possono confrontarsi e condividere idee con scienziati, artisti, musicisti, leader spirituali, poeti, professionisti della medicina e psicologia, e politici. L’obiettivo dell’evento è di aprire l’orizzonte dei partecipanti verso valori quali l’ecologia, l’etica, la tolleranza, l’introspezione ma anche nella direzione delle nuove frontiere di scienza, letteratura, arte ed economia, per mostrare quanto le diverse esperienze umane possano essere interconnesse. Ci saranno tavole rotonde, incontri e workshop.

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito http://www.cortonafriends.org/todi-week/

 

English version:

 

A strongly multidisciplinary event will take place in Todi, from the 23rd to the 30th of June 2018.

 

The Todi-week is an interdisciplinary residence where graduate students and young managers from all over the world could talk and share ideas with scientists, artists, musicians, spiritual leaders, poets, professionals in medicine and psychology and politicians. The aim is to open up the horizon of the participants to the values of ecology, ethics, tolerance, internal introspection - and to the actual new frontiers of science, literature, art, economy - the full display of human experience, where life becomes a system view of interacting parts. There will be round table discussions, lectures and with experiential workshops.

For further information visit the website http://www.cortonafriends.org/todi-week/

Un evento dai forti connotati multidisciplinari avrà luogo a Todi dal 23 al 30 giugno 2018.

Il Todi-week è una residenza interdisciplinare in cui studenti e giovani manager provenienti da tutto il mondo possono confrontarsi e condividere idee con scienziati, artisti, musicisti, leader spirituali, poeti, professionisti della medicina e psicologia, e politici. L’obiettivo dell’evento è di aprire l’orizzonte dei partecipanti verso valori quali l’ecologia, l’etica, la tolleranza, l’introspezione ma anche nella direzione delle nuove frontiere di scienza, letteratura, arte ed economia, per mostrare quanto le diverse esperienze umane possano essere interconnesse. Ci saranno tavole rotonde, incontri e workshop.

Per ulteriori informazioni visitare il sito http://www.cortonafriends.org/todi-week/

 

English version:

A strongly multidisciplinary event will take place in Todi, from the 23rd to the 30th of June 2018.

The Todi-week is an interdisciplinary residence where graduate students and young managers from all over the world could talk and share ideas with scientists, artists, musicians, spiritual leaders, poets, professionals in medicine and psychology and politicians. The aim is to open up the horizon of the participants to the values of ecology, ethics, tolerance, internal introspection - and to the actual new frontiers of science, literature, art, economy - the full display of human experience, where life becomes a system view of interacting parts. There will be round table discussions, lectures and with experiential workshops.

For further information visit the website http://www.cortonafriends.org/todi-week/

 

Ultimo appuntamento per La Piazza della Scienza, manifestazione che avrà luogo a Roma sabato 19 maggio, venerdì 25 maggio e venerdì 1 giugno 2018, dalle 16:00 alle 20:00, presso il Giardino pubblico di via Giuseppe Saredo 11.

 

Promossi dall'Associazione Istituto Ecoambientale, i tre incontri promuoveranno la divulgazione delle scienze ambientali, per sostenere la crescita del patrimonio culturale della comunità e la consapevolezza che ognuno può attivare pratiche di resilienza per fronteggiare i rischi ambientali. La scienza diventa così strumento di crescita del senso civico dei cittadini e ne stimola la partecipazione attiva ed è un’opportunità per conoscere e affrontare i problemi quotidiani.

 

L'iniziativa è parte del programma di Eureka! Roma 2018 promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e in collaborazione con Siae.

Seconda giornata per La Piazza della Scienza, manifestazione che avrà luogo a Roma sabato 19 maggio, venerdì 25 maggio e venerdì 1 giugno 2018, dalle 16:00 alle 20:00, presso il Giardino pubblico di via Giuseppe Saredo 11.

 

Promossi dall'Associazione Istituto Ecoambientale, i tre incontri promuoveranno la divulgazione delle scienze ambientali, per sostenere la crescita del patrimonio culturale della comunità e la consapevolezza che ognuno può attivare pratiche di resilienza per fronteggiare i rischi ambientali. La scienza diventa così strumento di crescita del senso civico dei cittadini e ne stimola la partecipazione attiva ed è un’opportunità per conoscere e affrontare i problemi quotidiani.

 

L'iniziativa è parte del programma di Eureka! Roma 2018 promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e in collaborazione con Siae.

Pagina 10 di 67

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.