Sapere Scienza

Sapere Scienza

L'Alzheimer ha effetti differenti sul cervello degli afro-americani

13 Agosto 2015

L'Alzheimer causa cambiamenti cerebrali diversi negli afro-americani e negli americani che discendono da europei. La ricerca del Rush University Medical Center di Chicago è stata pubblicata sulla rivista ufficiale dell'American Academy of Neurology. Lo studio ha incluso 41 soggetti afro-americani che avevano ricevuto una diagnosi di demenza da Alzheimer e a cui è stata fatta un'autopsia cerebrale dopo la morte. I risultati ottenuti sono stati confrontati con quelli relativi a 81 pazienti con Alzheimer con stesso livello di gravità della malattia e stessa età, sesso e livello di educazione, solo di origine europea.

Quasi tutti i partecipanti allo studio avevano i segni tipici di morbo di Alzheimer nel loro cervello. Solo la metà degli europei-americani mostrava esclusivamente questa sindrome (c'era cioè assenza di patologie aggiuntive che contribuivano alla demenza), mentre il resto dei soggetti presentava anche segni di infarti o corpi di Lewy. Solo meno del 25 per cento degli afro-americani presentavano esclusivamente la malattia di Alzheimer, mentre quasi i tre quarti (71 per cento) degli afro-americani aveva l'Alzheimer unito con un altro tipo di patologia, rispetto al 51 per cento degli europei-americani. Gli afro-americani avevano anche una maggiore probabilità di aver sofferto gravi malattie dei vasi sanguigni.

Tag:

copertina   maggio-giugno 2022

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

like facebook

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.