Sapere Scienza

Sapere Scienza

L'Ebola arriva negli Stati Uniti

1 Ottobre 2014

L'Ebola arriva anche negli Stati Uniti. I Cdc (Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie) americani hanno infatti annunciato di aver identificato un paziente che pochi giorni fa è stato ricoverato in Texas con sintomi della febbre emorragica. Si tratterebbe di un adulto proveniente dalla Liberia, uno degli stati dell'Africa occidentale in cui si è diffusa l'epidemia che finora ha provocato oltre 3 mila decessi. Il paziente è ricoverato presso il Texas Health Presbyterian Hospital di Dallas e sarebbe giunto negli Stati Uniti in visita ad alcuni parenti americani lo scorso 20 settembre.

 

Attualmente, è in isolamento stretto, per evitare che il contagio si diffonda ad altri pazienti e al personale medico e sanitario. Per i passeggeri che hanno volato con lui non ci sarebbero infine pericoli, dato che i sintomi dell'Ebola si sono manifestati 4-5 giorni dopo il suo atterraggio negli Stati Uniti e, quindi, all'epoca del volo non sussisteva ancora il rischio di infezione, che inizia nel momento in cui si sviluppano i sintomi. Si tratta del primo caso confermato di Ebola negli Usa, dopo una dozzina di casi sospetti per i quali era scattata l'emergenza in diversi luoghi degli Stati Uniti, che si sono poi rivelati falsi allarmi.

 

 

Tag:

copertina   novembre-dicembre 2022

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
 
SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

like facebook

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.