Sapere Scienza

Sapere Scienza

I videogame d'azione fanno bene al cervello

16 Aprile 2015

Un nuovo studio mostra che giocare ai videogame d'azione ha un effetto positivo sul cervello, migliorando attenzione e coordinazione oculo-manuale. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports. Finora, alcune ricerche avevano suggerito che giocare con i videogame di azione poteva avere l'effetto di migliorare le funzioni attentive e sensomotorie. Tuttavia, gli scienziati non avevano ancora capito se intervenissero dei cambiamenti a livello della struttura del cervello e in particolare nell'insula, una regione cerebrale deputata a funzioni di questo genere.

Ora, Diankun Gong e colleghi dell a University of Electronic Science and Technology of China di Chengdu, hanno esaminato insula e sottoregioni insulari di 27 esperti di videogiochi d'azione (con almeno sei anni di giochi alle spalle e che in alcuni casi erano campioni regionali o nazionali) e le hanno confrontate con quelle di 30 giocatori amatoriali. Nel primo gruppo di volontari, la connettività funzionale tra le reti sensomotorie e dell'attenzione all'interno dell'insula era superiore. Inoltre, in questi era anche maggiore il volume della materia grigia che si trovava nelle sottoregioni insulari.

 

Tag:

copertina   luglio-agosto 2022

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

like facebook

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.