Sapere Scienza

Sapere Scienza

La maggior parte dei pianeti simili alla Terra... deve ancora nascere

22 Ottobre 2015

La maggior parte dei pianeti simili alla Terra non è ancora nata. Secondo uno studio teorico americano, infatti, finora ha visto la luce solo l'8 per cento dei mondi simili al nostro Pianeta. Le conclusioni del gruppo di scienziati dello Space Telescope Science Institute (STScI) di Baltimora, Maryland, si basano su dati raccolti dal telescopio Hubble e dall'osservatorio spaziale Kepler della NASA.

 

Stando a quanto si legge sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, si tratta di una stima potenziale che si aggiunge a quella secondo cui, basandosi sulle indagini dell'osservatorio spaziale Kepler, il cacciatore di pianeti della NASA, solo nella Via Lattea ci dovrebbero essere oltre un miliardo di pianeti delle dimensioni della Terra che si trovano nella zona abitabile di una stella. E la maggior parte di essi sono probabilmente composti da roccia. Questa stima fa salire enormemente il numero globale di probabili mondi simili alla Terra, se consideriamo che esistono altre 100 miliardi di galassie nell'Universo osservabile. 

 

Secondo gli scienziati, le Terre del futuro avranno maggiori probabilità di apparire all'interno di giganteschi ammassi di galassie o in galassie nane, le quali devono ancora utilizzare tutti i loro gas per la nascita delle stelle e dei sistemi planetari che le circondano. La nostra Via Lattea, invece, ha utilizzato gran parte del gas che aveva a disposizione per la formazione stellare.

copertina   luglio-agosto 2022

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

like facebook

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.