Sapere Scienza

Sapere Scienza

Gli ominidi fabbricava utensili 700 mila anni prima di quanto si pensasse

21 Maggio 2015

Gli ominidi fabbricavano strumenti circa 700 mila anni prima di quanto ritenuto finora. La clamorosa scoperta arriva da ritrovamenti compiuti vicino al lago Turkana, in Kenya. Gli artefatti in pietra rinvenuti, come si legge sulla rivista Nature, hanno circa 3,3 milioni di anni e comprendono incudini, martelli di pietra, ciottoli e altre pietre usate per affilare altri strumenti. Forma e segni su questi oggetti indicano che erano usati per battere con forza o affilare. I movimenti delle braccia e delle mani compiuti, inoltre, erano probabilmente simili a quelli che gli scimpanzè di oggi fanno quando rompono le noci.

 

Più antichi della cultura Oldowan

Finora, le più antiche testimonianze della realizzazione di strumenti in pietra risalivano a circa 2,6 milioni di anni fa, e si riferivano ai rinvenimenti etiopi relativi a Homo abilis, della cultura Oldowan. Il gruppo di archeologi della Stony Brook University di New York è riuscito dunque a recuperare manufatti ancora più antichi, anche se i ricercatori sottolineano che questi strumenti kenioti rinvenuti presso il sito di Lomekwi 3 offrono una presa più forte e un miglior controllo del movimento, rispetto a quelli della cultura Oldowan, il che potrebbe significare che le capacità cognitive potrebbero essere maturate anche in ominidi ancora più primitivi degli Oldowan.

 

[Immagine: un degli strumenti estratti, credit MPK-WTAP]

copertina   marzo-aprile 2022

  COMPRA IL NUMERO

 
  ABBONATI

 
  SOMMARIO

 
  EDITORIALE

bannerCnrXSapere 0

like facebook

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa. Cliccando su ok acconsenti all'uso dei cookie.